Dal 1995 ricopre la cattedra di Storia contemporanea all’Università di Bologna. Nel 2003 è stato eletto direttore del Dipartimento di Discipline storiche (2003-2009). Ha coordinato il dottorato di ricerca “Storia d’Europa” e la Commissione ricerca del Dipartimento Storia, culture, civiltà. E’ stato visiting professor presso il Departement of Italian Studies dell’Università Ucla di Berckeley. E’ stato direttore della rivista Storicamente e membro dei comitati scientifici e direttivi delle riviste Società e storia, Storia in Lombardia, Italia contemporanea. Dirige (con C. Galli) la collana “XX secolo. Storiografia e storia del pensiero politico”, Il Mulino. Fra le sue recenti pubblicazioni si segnala Un paese in bilico (Laterza, 2015), vincitore del premio G. Imbucci dell’Università di Salerno. I temi principali delle sue ricerche hanno riguardato la storia sociale, il fascismo e l’antifascismo, l’Italia repubblicana. Per quel che riguarda il primo campo ha svolto studi per molti aspetti innovativi relativi alla storia del manicomio e della follia, dell’alimentazione e delle malattie sociali. Per quel che riguarda il fascismo le ricerche hanno affrontato soprattutto aspetti metodologici e comparatistici, che hanno messo in luce la novità rappresentata dal totalitarismo nell’Europa fra le due guerra, rispetto alle tradizionali chiavi di lettura. L’Italia del secondo dopoguerra è stata analizzata mettendo a fuoco sia le eredità dell’antifascismo nella costruzione della repubblica, sia la centralità degli anni settanta e dei movimenti di protesta, sia focalizzando i cambiamenti dell’ultimo trentennio.

Nessun risultato

Spiacente, ma nessun risultato è stato trovato per l'archivio richiesto